Home / News / PantyChallenge: Cosa è?
PantyChallenge: Cosa è?
PantyChallenge: Cosa è?

PantyChallenge: Cosa è?

PantyChallenge: Cosa è? Qualche tempo fa un certo Andy Warhol disse che nel futuro tutti avrebbero voluto i loro 15 minuti di gloria, io aggiungerei non importa come o per cosa. E i social sono una spinta fortissima in questo.

Forse però questa cosa dei trends ci sta sfuggendo un po’ di mano. Vi spiego perché.

Sappiamo bene che Facebook quanto Twitter, i due social networks per eccellenza, rappresentano una cassa di risonanza fortissima, sono prima di ogni cosa origine (e talvolta causa) dei trends più bizzarri, nel corso degli anni ne abbiamo viste di tutti i colori, una tra le più famose aveva una buona causa: forse ricorderete la Ice Bucket Challenge cui moltissimi vip si sono sottoposti, annunciando le loro donazioni per la causa della SLA, ma molto più avanzati di quella, limitata nel tempo, sono i trends di tutti i giorni, un esempio fortissimo sono i selfie.

Niente di male, direte voi, infatti no, non in genere, molto di sbagliato in casi come quello del pantychallenge.

Pantychallenge: panty + challenge. La sfida delle mutandine. Suona orrendo in italiano, ma la traduzione quella è. È un trend nato da poco nello UK, coinvolge le ragazze, perlopiù adolescenti, che sono sfidate a sfilarsi le mutandine in un momento qualsiasi della giornata e postare la foto sui social – delle mutandine, non di se stesse, occhio!

Lo scopo sarebbe dimostrare di non avere secrezioni vaginali, vale a dire quel liquido bianco o giallognolo che ogni tanto vedete quando togliete le mutandine. Disgustoso solo a pensarci, lo so, ma c’è di peggio.

Le secrezioni vaginali sono perfettamente naturali, capitano in periodo di ciclo o comunque indicano desiderio sessuale, il che vuol dire che postare immagini di mutandine perfettamente pulite spinge alla falsa – falsissima – idea che avere queste secrezioni sia sintomo di malattia, di qualcosa che va cambiato, e può istigare le ragazzine a credere che ci sia qualcosa che non va in loro.

La PantyChallenge non ha attecchito (fortunatamente) a livello di risposte, non molte ragazze si sono prestate, invece fortissima è stata la risposta negativa: se l’hashtag è entrato in tendenza è quindi più merito di quelle (sante) donne che hanno espresso il loro disgusto e la loro opposizione a questo nuovo trend disgustoso quanto malsano.

Di tutte le preoccupazioni che abbiamo noi donne, dovremmo crearcene delle altre?

Le secrezioni vaginali, ricordatelo, ragazze, sono perfettamente naturali, ragion per cui, avere le mutandine perfettamente pulite tutto il giorno non è certamente una cosa di cui vantarsi.

I trends possono essere interessanti quanto divertenti, ma alcuni, come la PantyChallenge, sono non solo del tutto inutili, ma anche potenzialmente dannosi, perciò diffidate da simili sfide, create solo per raccattare qualche like o retweet.

Prova a guardare anche

modelli-abercrombie

Modelli Abercrombie

Modelli Abercrombie – Svariate sono le collezioni di moda presentate da Abercrombie: 100% Made in …

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.