Tag Heuer Carrera Orologio da uomo

0 2

Tag heuer Carrera Orologio da uomo- Puoi vedere il marchio Tag Heuer in molti luoghi: sulle piste da sci, sulle auto di formula 1 e altre auto sportive da corsa, sulle piste di atletica, ovunque vi sia un evento agonistico facilmente vedrai il marchio Tag heuer e il motivo è semplice da capire: Tag heuer ha inventato il cronografo, da sempre è sinonimo di precisione, di misura del tempo in modo affidabile, quindi da oltre un secolo lega il suo nome ai grandi eventi sportivi, a partire dalle Olimpiadi; dove ci vuole precisione nella misura del tempo, c’è Tag heuer.

Tag Heuer, note di storia

In Svizzera, da sempre considerata la patria del cioccolato e degli orologi, nel 1882 Edouard Heuer fonda la sua azienda di orologeria producendo orologi di grande precisione che hanno subito un grande successo. Heuer ci sa fare con ingranaggi e meccanismi e ha anche una grande inventiva.

Da un suo colpo di genio nasce un meccanismo speciale che ancora oggi è utilizzato negli orologi di alto livello, che consente la ricarica automatica dell’orologio, meccanismo che brevetta nel 1887. Sono trascorsi 135 da quel lontano giorno e nessuno è riuscito a inventare qualcosa di più funzionale, si continua ad utilizzare il brevetto di Edouard Heuer.

Questo la dice lunga sull’innovazione introdotta da questa azienda elvetica. Da allora ne è passata di acqua sotto i ponti ma Heuer continua ad essere tra i leader mondiali nel settore dell’orologeria di altissima qualità.

Gli anni ’60

Dopo aver legato per decenni il suo nome alla cronografia di precisione dedicata anche alle gare sportive, Olimpiadi, corse automobilistiche, dopo aver fornito l’aviazione tedesca, tra il 1935 e i primi anni ’40 di orologi in dotazione ai piloti tedeschi, si apre una sfida nuova: creare un cronografo da polso automatico, impresa non facile visto lo spazio esiguo che deve contenere complicati meccanismi.

La sfida vede in lizza due tra le più grandi e rinomate aziende dell’orologeria, la Zenith e Heuer; nonostante Zenith sia un concorrente di tutto rispetto, con grande capacità innovativa, Heuer riesce a batterla sul tempo e brevettare per primo il cronografo automatico da polso.

La grande capacità di Heuer non passa inosservata a livello industriale, in particolare l’azienda Tecniques d’Avant Guarde ha interesse per la Heuer e in quegli anni avviene l’acquisizione della Heuer che trasforma così il suo nome in Tag Heuer dove Tag è l’acronimo dell’azienda acquisitrice.

L’Orologio da uomo Carrera

Sono molti i modelli prodotti da Tag Heuer, tutti di successo, molti assolutamente innovativi come lo è stato l’orologio Monaco che ha introdotto la cassa quadrata e il quadrante azzurro, una novità assoluta a livello estetico e che ha rappresentato una novità epocale nel campo dell’alta orologeria, tanto da essere ancora oggi in produzione, rimodernato ma sempre fedele alle sue linee originali, oggi un po’ Vintage.

Nella vasta produzione di Tag heuer in termini di modelli e numerose versioni per ciascun modello, trova un suo spazio specifico il Tag Heuer Carrera, una collezione di grande successo, molto curata non solo nella meccanica, perfetta come sempre, ma anche nelle linee, nel design molto apprezzato che trae il suo nome da eventi storici di notevole importanza.

Perché il nome Carrera

In America centrale venne costruita una strada leggendaria, una “Carrera” in lingua spagnola, che venne chiamata “Carrera Panamericana“, un’impresa ciclopica, una strada che collega in circa 3500 chilometri il Messico, dalla città di Chihuahua, al Guatemala.

Naturalmente la strada, costruita con enormi sacrifici e un durissimo lavoro in una natura selvaggia e difficile, fu finanziata da ricchi possidenti e in occasione della sua inaugurazione i lavoratori che avevano speso anni di sudore e sacrificio per la sua costruzione vollero in qualche modo “appropriarsi” della strada organizzando una pericolosa corsa automobilistica.

Furono 132 i piloti che si cimentarono in questa dura impresa con una composizione Democratica che vide la presenza di ricchi al volante ma anche padri di famiglia, gente comune, con il mezzo a disposizione, non certo auto di lusso e con tutti i comfort .

Primo vincitore della “Carrera Panamericana” fu Herschel Mc Griff che corse su una vettura di serie, non modificata, una Oldsmobile 88 pagata 1.900$, vincendo il premio in palio, 17.000$. Alla prima corsa ne seguirono altre e la difficoltà del percorso, in una natura selvaggia, ad alte quote, rappresentarono una sfida per molte case automobilistiche.

La Carrera Panamericana diventa una sfida tra grandi auto

Anche la Ferrari volle iscrivere diverse sue vetture a questa corsa nel 1951 e il pilota messicano Josè Estrada ne fece una questione di orgoglio personale: con molta enfasi e amor proprio, dichiarò “o vinco o muoio” ma purtroppo perse la vita.

In quella edizione la Ferrari occupò i due posti più alti sul podio, terza la Chrysler Saratoga di Bill Stirling. La corsa può presentare molti imprevisti anche singolari, come la necessità nel 1952, per il pilota di una Mercedes 300 sl in gara, di fermarsi per ripulire l’auto dal sangue e i resti di un avvoltoio che si era schiantato sul parabrezza.

Il 1953 vede vincitrice la Lancia nella sezione auto sportive mentre è una Lincoln la vincitrice del settore delle auto da esposizione. Purtroppo la pericolosità del percorso nel giro di pochi anni provoca la morte di 27 piloti e viene cancellata dalle gare ufficiali nel 1955.

Tag Heuer è da sempre legato alle corse automobilistiche, come cronometrista ufficiale prima e come sponsor di prestigiose auto da corsa poi, non poteva mancare di dedicare una sua linea di prodotti ad un simile mito, da questa mitica gara nasce l’orologio Carrera che riassume in se il fascino leggendario, di carattere e un po’ selvaggio che ricorda la famosa Carrera Panamericana.

La nascita del Tag Heuer Carrera

Primo modello del Tag Heuer Carrera è stato quello denominato “Panda” per via dei suoi colori bianco e nero, dotato di tachimetro, è ora tra i modelli più ricercati dai collezionisti. Venne successivamente il momento del Carrera Chronomatic calibro 11 che fece la storia dell’orologeria rappresentando il primo cronografo automatico in assoluto, era il 1969.

Questo orologio era dotato di un contatore da 12 ore e da 30 minuti e del celebre pignone oscillante brevettato nel 1887. La precisione di questo orologio era eccezionale, un errore di misura infinitesimale.

L’invenzione del movimento al quarzo ha rivoluzionato il mondo degli orologi e anche Tag Heuer si è adattata alla rivoluzione aggiornando i suoi orologi secondo questa nuova tecnologia, Carrera compreso. Molti piloti automobilistici ebbero al polso un Carrera, soprattutto quelli della Ferrari poiché Tag Heuer regalò a ciascuno di loro un Carrera d’oro personalizzato con il nome e il gruppo sanguigno.

In epoca recente vediamo ancora il Carrera alla ribalta con due modelli, il Carrera Tachymetre da 41 mm e il Carrera con bracciale in acciaio che datano 2004; l’anno successivo il Cronografo Calibro 360 Concept ebbe enorme successo alla Fiera di Basilea grazie alla sua capacità, primo al mondo, di misurare un solo centesimo di secondo.

Arriviamo al 2011 quando Tag Heuer introduce il Carrera Heritage e il Carrera Mikrograph e poi ancora nel 2012 il Carrera Mikrogirder, ad altissima frequenza che oscilla alla velocità di 7,2 milioni di volte e dotato di cronografo centrale che ruota 20 volte al secondo. Ancora una volta è un primato perché è il primo orologio nella storia a non essere dotato di bilanciere e di spirale.

Dove trovare e acquistare un Tag Heuer Carrera

Pensi di acquistare un modello di questo mitico orologio? Il costo, come puoi ben capire, è abbastanza sostenuto, ogni risparmio sull’acquisto è certamente gradito: perché non acquistarlo tramite Amazon che ti presenta diverse proposte di Carrera a prezzi certamente convenienti rispetto ad un comune negozio di orologeria? Guarda alcune offerte:

Tag Heuer Carrera cronografo automatico dedicato a Manuel Fangio, cassa da 42 mm e cinturino in acciaio a 4.104€.

TAG HEUER CARRERA AUTOMATICO CHRONOGRAPH JUAN MANUEL FANGIO...
  • Movimento: Automatico
  • Funzioni: Ore Minuti Secondi Data Chrono
  • Cassa: Acciaio

Tag Heuer Carrera con cassa da 43 mm e cinturino in pelle nera con impunture rosse a 4750,00€.

Tag Heuer Carrera modello Racing cronografo tachimetro nero con cinturino in pelle a 5998.20€.

Vai sul sito di Amazon e potrai trovare il modello di Tag Heuer Carrera più adatto alla tua personalità e alla tua tasca, oppure scopri l’articolo sul Tag Heuer Monaco Orologio da Uomo Cronografo.

Hai gradito questo articolo? Faccelo sapere commentandolo e seguici su Facebook.

Ultimo aggiornamento 2019-05-27 / Link di affiliazione / Immagini da Amazon Product Advertising API

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.